Un itinerario circolare alla scoperta della perla delle Dolomiti

Se siete determinati e guidare in montagna non è un problema per voi, allora questo itinerario saprà regalarvi grandi soddisfazioni, visto che vi porterà attraverso alcuni dei paesaggi più caratteristici dell’Alto Adige e non solo.

Si comincia dirigendosi verso Bolzano prima e verso Bressanone poi. Mentre attraversate la val d’Isarco prestate attenzione alle indicazioni per la Val Gardena. Dovrete infatti imboccare la strada che attraversa questa famosa vallata dolomitica che vi condurrà in quota, al passo Gardena.

A farvi compagnia lungo la salita saranno i profili del Sassolungo e della Sellaronda, che vi potrete fermare ad ammirare una volta raggiunto il passo. Ma non sostate troppo a lungo, perché questa è solo la prima tappa del vostro percorso.

Perciò rimettetevi in marcia alla volta del passo Pordoi, da cui scenderete verso Livinallongo per risalire da qui alla volta del passo Falzarego. A questo punto vi trovate in veneto e state lambendo i confini del parco di Fanes Sennes Braies, che si apre alla vostra sinistra.

Dal Falzarego potete quindi scendere a Cortina e riposarvi con una passeggiata nella perla delle Dolomiti. Ma anche qui cercate di non attardarvi troppo, perché il giro è ben lungi dall’essere vicino alla conclusione.

Ripartite alla volta del Lago di Misurina e specchiatevi nelle sue acque, protette dallo sguardo benevole delle Tre Cime di Lavaredo. Proseguite poi in direzione di Dobbiaco e da qui scendete lungo la Val Pusteria per raggiungere Bressanone e rientrare in albergo via Bolzano.

Vuoi esplorare l’Alto Adige?